Ozonoterapia

Ozonoterapia benefici e sue applicazioni

OZONOTERAPIA: SIGNIFICATO E RIFERIMENTI SCIENTIFICI

Attualmente la medicina dispone di un supporto scientifico sui benefici dell’ozonoterapia, sia preclinici che clinici, ampiamente evidenziati da pubblicazioni su prestigiose riviste scientifiche indicizzate su Pubmed.
Le applicazioni della miscela di ossigeno e ozono medicale sull’intero organismo, definite sitemiche, conferiscono dei benefici che vanno da una maggiore capacità degli eritrociti di cedere ossigeno, ad una facilitazione dei meccanismi riparativi cellulari con un’azione che rende tale trattamento rapportabile ad una linea terapeutica della medicina rigenerativa.
L’ozonoterapia consiste nell’applicazione di concentrazioni minime di ozono medicale (O3) combinato con ossigeno medicinale (O2), dal quale viene sintetizzato: ha luogo così un “mini-stress ossidativo” controllato ed adeguatamente dosato, il cui “effetto vaccino” porta ad un potenziamento del nostro sistema antiossidante ovverosia delle difese anti-radicali liberi.
L’azione terapeutica dell’ozono è in grado di migliorare le funzioni cellulari dell’endotelio vascolare, secondo gli ottimi risultati pubblicati in uno studio clinico randomizzato (European Journal of Pharmacology), dove i benefici sulle stadiazioni di guarigione delle ulcere dii pazienti diabetici sono stati altamente significativi.

Tale effetto benefico dell’ozonoterapia è legato alla modulazione della produzione dell’ossido nitrico, molecola implicata nel mantenere la pervietà capillare e quindi il flusso sanguigno a livelli ottimali. Ciò è stato dimostrato anche in un lavoro pubblicato su Liver International e le prospettive di utilizzo di tale terapia nei pazienti critici per determinate patologie sono incoraggianti.

La miscela di ossigeno e ozono medicale può essere utilizzata alla stregua di un farmaco con attività regolatoria generale, che esercita i suoi effetti stabilizzando specialmente l’equilibrio antiossidante (bilancia redox) cellulare..

Ozono terapia Como

BENEFICI DELL'OZONOTERAPIA NELL’ORGANISMO

Secondo un gruppo di ricercatori del dipartimento di Fisiologia dell’Università di Siena, i lipoperossidi e l’acqua ossigenata, molecole fisiologiche indotte dalla decomposizione dell’ozono, si comportano come dei “messaggeri” mediatori di stress positivo (eustress) sull’organismo, migliorando dall’ equilibrio energetico cellulare, alla risposta anti-infiammatoria fino a quella immunitaria. Questi meccanismi possono ingenerare, nel loro insieme, un beneficio terapeutico per numerose malattie tra cui quelle autoimmunitarie, neurodegenerative e vascolari.

Le applicazioni dell’ozonoterapia nell’organismo migliorano il sistema antiossidante cellulare e attivano vie enzimatiche antiossidanti come la glutatione reduttasi o la superossido dismutasi, da cui l’enorme efficacia che tale trattamento ha dimostrato nei modelli sperimentali di ischemia / riperfusione epatica, cardiaca e renale.

A titolo di razionale scientifico, nell’organismo pre-condizionato e quindi potenziato con l’ossigeno ozono terapia sistemica, il danno nel muscolo cardiaco successivo ad un infarto acuto potrebbe essere notevolmente ridotto, il che potrebbe supportare applicazioni preventive in situazioni di rischio coronarico e cerebrovascolare.

Un modello classico di malattia direttamente associato alla morte cellulare da parte dell’eccesso di radicali liberi è la retinite pigmentosa e ci sono anche studi clinici importanti della scuola cubana di ozonoterapia che supportano risultati eccellenti nei pazienti che ne sono affetti.

Studi di grande rigore scientifico e qualità possono essere letti su prestigiose riviste come Nature, Transplant International, Shock, Free Radicals, Mediators of Inflammation, International Journal of Pharmacology, Pharmacological Research e Liver International.
La ripercussione di questa pratica medica è tale che si susseguono congressi nazionali e internazionali sull’argomento e le relative società scientifiche internazionali crescono di rilevanza e numero. Ogni anno ci sono incontri di interesse su questa disciplina sempre più diffusa a livello europeo (soprattutto in Germania e Spagna) e nazionale (Lombardia e Lazio, in particolare, presentano numerosi centri e cliniche di ossigeno ozonoterapia).

Gli effetti benefici che l’ossigeno – ozonoterapia apporta all’organismo sono molteplici: migliora la circolazione e l’ossigenazione del sangue, favorisce la disintossicazione, riduce il colesterolo e i trigliceridi, migliora la calcificazione ossea, migliora le difese contro le infezioni, controlla le allergie, aiuta l’organismo a supportare meglio taluni trattamenti farmacologici o fisici, ad esempio la chemioterapia e radioterapia nei pazienti oncologici. Serve anche come rigeneratore dei tessuti, aiuta nel recupero da artrosi, ernia del disco, piede diabetico, ulcere varicose, epatite, cirrosi, colite ulcerosa, prostatite, infezioni croniche del tratto urinario e funge da terapia complementare nei trattamenti contro il cancro.
L’ozonoterapia nelle sue varie vie di somministrazione, proprio come trattamento complementare, si affianca senza interferenze ad una moltitudine di applicazioni terapeutiche e le sedute di trattamento consistono in cicli che variano a seconda della condizione clinica che si intende gestire.

OZONOTERAPIA: COME SI APPLICA

Ozonoterapia lombare

L’ozonoterapia può essere somministrata con le seguenti modalità, a seconda dell’indicazione terapeutica. L’unica controindicazione è la somministrazione per via inalatoria.

Via sistemica:

  • endovenosa (denominata in passato GAET o “ autoemo ”)
  • come insufflazione rettale

Viene utilizzata per il trattamento complementare di numerose malattie o indicazioni quali:

  • malattie autoimmuni
  • psoriasi
  • patologie neurodegenerative
  • fibromialgia/sindrome da stanchezza cronica
  • maculopatia della retina nella forma secca
  • arteriopatie ostruttive
  • sindrome post-Covid
  • stress psico-fisico
  • benessere ed antinvecchiamento

Via paravertebrale (intramuscolare) – peritendinea – periarticolare ed intrarticolare:

vengono generalmente utilizzate nelle patologie dell’apparato muscolo-scheletrico, aiutando a contrastare condizioni cliniche quali:

  • ernie discali (associate a lombalgia, lombosciatalgia, dorsalgia, cervicalgia e cervicobrachialgia)
  • tendinosi (p.e. tendinite d’Achille)
  • artriti subacute ed artrosi (p.e. gonartrosi, spalla, epicondilite, epitrocleite)
  • infiammazioni e contratture muscolari

Via topica (bagging):

viene utilizzata per promuovere i processi di guarigione di ulcere (pe piede diabetico) e altre lesioni cutanee.

Via idropinica: 

come acqua ozonizzata (per esempio nelle gastriti, infezioni da Helicobacter pilori, disbiosi intestinali)

ozonoterapia vertebrale applicazione

OZONOTERAPIA PER LA PELLE

L’ossigeno ozonoterapia è anche usata per curare la pelle e la gamma di patologie che la riguardano è molto ampia: cicatrici, ferite resistenti alla guarigione, lesioni in generale (ascessi, fistole, foruncoli e acne), ustioni.
L’ozonoterapia mediante iniezioni, per esempio, è un trattamento all’avanguardia e altamente efficace, da solo o in combinazione, per il ringiovanimento del viso e per combattere la cellulite e le adiposità localizzate di addome, fianchi, cosce, inoltre è spesso utilizzata in situazioni in cui la medicina allopatica non trova gli effetti desiderati: è una vera e propria pratica naturale.
I trattamenti sono rapidi, efficaci e consistono in un numero di sessioni che variano in quantità e durata, a seconda della condizione da trattare.

OZONOTERAPIA E CONTROINDICAZIONI

L’ozonoterapia non presenta particolari effetti collaterali.
Le sue controindicazioni degne di nota sarebbero: il favismo, ovverosia la carenza dell’enzima G6PDH (glucoso 6 fosfato deidrogenasi); l’ipertiroidismo non controllato; la piastrinopenia; la grave instabilità cardiovascolare (p.e. ipertensione non trattata farmacologicamente) e gli stati convulsivi.
Non è consigliabile, per prudenza medica e motivi medico legali, applicare l’ossigeno ozonoterapia sistemica a donne in gravidanza, deve essere sempre praticata da un medico esperto e idealmente dopo una valutazione ematochimica dello Stress Ossidativo (D-Roms e BAP) del paziente.

Prenota Ora

Ossigeno - Ozonoterapia

Ozonoterapia a Milano

Ossigeno e ozonoterapia sono disponibili a Milano previo appuntamento telefonico al numero(+39) 327 30 92 327 presso la sede della Clinica di Via Fatebenefratelli 26, 20121 Milano

Ozonoterapia a Como

Ossigeno e ozonoterapia sono disponibili anche a Como previo appuntamento telefonico al numero (+39) 327 30 92 327 presso la sede della Clinica di Via Primo Tatti 1B a Como